Ultima modifica: 16 Settembre 2020

Patto di corresponsabilità educativa – scuola dell’infanzia

La scheda di adesione è disponibile presso la scuola

Patto educativo di corresponsabilità infanzia – adesione

Patto di corresponsabilità educativa per le scuole dell’infanzia

Approvato con delibera del Consiglio di Istituto del 31 agosto 2020 e pubblicato sul sito della scuola.

Scuola e famiglia condividono l’interesse di fornire educazione e istruzione alle bambine e ai bambini perché essi possano realizzare appieno le proprie potenzialità e diventare persone in grado di contribuire al bene della comunità. E’ fondamentale che genitori e insegnanti sappiano comunicare e scambiarsi risorse non solo cognitive ma anche relazionali ed emozionali per essere alleati nel raggiungimento di questo comune obiettivo.

La necessità di questa alleanza è sicuramente sentita da tutti, ma il legislatore ha inteso renderla più esplicita prevedendo, con l’articolo 3 del D .P.R. n° 235 del 21/11/2007 che scuola e famiglia sottoscrivano un patto educativo di corresponsabilità. Tale documento, nato per le scuole secondarie, è ora esteso alle scuole primarie e dell’infanzia. 

Esso richiama i principali diritti e doveri nel rapporto tra l’istituzione scolastica e le famiglie e rappresenta un mezzo di mediazione, ricordando reciproci impegni e responsabilità. Si tratta del manifesto entro cui si gioca l’alleanza educativa, che sta alla base di una scuola coesa, accogliente ed efficace, capace di contribuire in modo significativo allo sviluppo armonioso dei bambini che la frequentano, capace di fornire un servizio attento e qualificato dal punto di vista educativo, pedagogico ed organizzativo.

Perché ciò sia possibile è necessario che tutte le parti coinvolte contribuiscano attivamente alla costruzione di una comunità serena, rispettosa di tutti e sempre protesa al miglioramento. E’ in quest’ottica che si pone il Patto educativo di corresponsabilità che è il punto d’incontro fra tutte le componenti che vivono la scuola.

Quest’anno in particolare l’alleanza scuola famiglia assume un particolare significato. Infatti solo con la collaborazione e l’impegno di tutti riusciremo, rispettando ognuno alcune regole di comportamento, a far fronte alla necessità di contenere il contagio da Covid-19.

La scuola al fine di garantire percorsi di apprendimento che promuovano la formazione e la crescita armoniosa di ciascuna bambina e ciascun bambino, la sua interazione sociale e la sua crescita civile si impegna a:

  • Fornire una formazione  aperta alla pluralità delle idee, nel rispetto dell’identità e nella valorizzazione delle attitudini di ciascuna persona;
  • Offrire un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona, ispirato al principio di equità nei confronti di tutti gli utenti, garantendo un servizio didattico di qualità in un clima educativo sereno e favorendo il processo di formazione di ciascuna bambina e ciascun bambino nel rispetto delle diverse sensibilità e dei diversi stili e tempi di apprendimento;
  • Favorire la piena inclusione delle bambine e dei bambini diversamente abili garantendo loro il diritto all’apprendimento e la piena collaborazione ai loro genitori; 
  • Promuovere iniziative di accoglienza e integrazione delle studentesse e degli studenti tutelandone l’identità culturale;
  • Stimolare riflessioni e realizzare percorsi volti al benessere e alla tutela della salute delle studentesse e degli studenti;
  • Garantire trasparenza nella formulazione e nella presentazione dei traguardi e degli obiettivi di apprendimento;
  • Garantire trasparenza e tempestività nelle comunicazioni mantenendo un costante rapporto con le famiglie.

I genitori per una proficua collaborazione scuola-famiglia si impegnano a

  • Instaurare un positivo clima di dialogo e un atteggiamento di collaborazione con gli insegnanti, contribuendo a costruire un clima di reciproca fiducia.
  • Conoscere l’organizzazione scolastica, prendendo visione del Piano dell’offerta formativa della scuola e dei regolamenti dell’Istituto.
  • Partecipare attivamente alla vita della scuola anche attraverso la presenza negli organismi collegiali.
  • Favorire una assidua frequenza delle bambine e dei bambini alle attività della scuola, rispettando gli orari e l’organizzazione scolastica.
  • Sostenere la motivazione delle bambine e dei bambini, avendo anche cura che abbiano il materiale occorrente.
  • Mantenere un rapporto costante con l’Istituto, attraverso i colloqui con gli insegnanti e la regolare presa visione delle comunicazioni pubblicate sul sito web, affisse nei locali della scuola o consegnate alle famiglie.
  • Controllare che propri figli non portino a scuola apparecchi, oggetti o cibi che possano essere pericolosi o nocivi per se stessi e gli altri.
  • Curare l’igiene dei figli e controllare che il loro abbigliamento sia decoroso e adeguato al contesto scolastico.

In merito alle misure di prevenzione, contenimento e contrasto alla diffusione del SARS-CoV-2 e della malattia da coronavirus COVID-19,

la scuola si impegna a

  • Realizzare tutti gli interventi di carattere organizzativo, nei limiti delle proprie competenze e con le risorse a disposizione, nel rispetto della normativa vigente e delle linee guida emanate dal Ministero della Salute, dal Comitato tecnico-scientifico e dalle altre autorità competenti, finalizzate alla mitigazione del rischio di diffusione del SARS-CoV-2;
  • Organizzare e realizzare azioni di informazione rivolte all’intera comunità scolastica e di formazione del personale per la prevenzione della diffusione del SARS-CoV-2.
  • Intraprendere azioni di formazione e aggiornamento del personale scolastico in tema di competenze digitali al fine di implementare e consolidare pratiche didattiche efficaci con l’uso delle nuove tecnologie, utili anche nei periodi di emergenza sanitaria.
  • Garantire chiarezza e tempestività nelle comunicazioni, anche attraverso l’utilizzo di strumenti informatici, assicurando il rispetto della privacy.

I genitori si impegnano a:

  • Prendere visione del Regolamento recante misure di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 dell’Istituto e informarsi costantemente sulle iniziative intraprese dalla scuola in materia.
  • Sostenere le indicazioni della scuola, in un clima di positiva collaborazione, al fine di garantire lo svolgimento in sicurezza di tutte le attività scolastiche.
  • Monitorare sistematicamente e quotidianamente lo stato di salute delle proprie figlie, dei propri figli e degli altri membri della famiglia, e nel caso di sintomatologia riferibile al COVID-19 (febbre con temperatura superiore ai 37,5°C, brividi, tosse secca, spossatezza, indolenzimento, dolori muscolari, diarrea, perdita del gusto e/o dell’olfatto, difficoltà respiratorie o fiato corto), tenerli a casa e informare immediatamente il proprio medico di famiglia, il pediatra o la guardia medica seguendone le indicazioni e le disposizioni.
  • Recarsi immediatamente a scuola per riprendere la bambina o il bambino in caso di manifestazione improvvisa di sintomatologia riferibile a COVID-19 nel rispetto del Regolamento recante misure di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 dell’Istituto.
  • Segnalare alla dirigente scolastica, anche attraverso i referenti di plesso, gli eventuali casi di positività accertata al SARS-CoV-2 dei propri figli per consentire il monitoraggio, basato sul tracciamento dei contatti, al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi.
  • Contribuire allo sviluppo dell’autonomia personale e del senso di responsabilità delle bambine e dei bambini e a promuovere i comportamenti corretti nei confronti delle misure adottate per prevenire e contrastare la diffusione del virus, compreso il puntuale rispetto degli orari e delle procedure adottate per l’inizio e la fine delle lezioni e degli spostamenti all’interno dell’edificio scolastico.

Dalmine, _______________________

                    I genitori                                                                   La dirigente scolastica
                                                                                                     prof.ssa Elena Maffioletti